Reverse Charge: no dell’Agenzia delle Entrate alle verifiche impianti elettrici

Reverse Charge verifica impianto di terra
8 settembre 2017

Non è possibile applicare il Reverse Charge ai servizi di verifica impianti di messa a terra presso attività pubbliche e private da parte degli organismi abilitati dal Ministero delle Attività Produttive. A stabilirlo è l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 111/2017 emanata lo scorso 11 agosto 2017 e destinata a tutti gli organismi di ispezione notificati. Il chiarimento è arrivato a seguito di un interpello presentato da una società abilitata con il quale veniva chiesta la possibilità di applicare il meccanismo dell’inversione contabile per le attività di attestazione di conformità degli impianti di messa a terra.

 

Ma che cos’è il Reverse Charge e in quali circostanze può essere adottato? Si tratta di un particolare meccanismo di applicazione dell’Iva che consente di trasferire l’onere dell’imposta dal venditore all’acquirente, ovvero dal prestatore al committente in caso di cessione di servizi o dal cedente al cessionario nel caso di cessione dei beni, a condizione che entrambe le parti siano soggetti passivi risiedenti nel territorio dello Stato. In sostanza, è il destinatario del bene/servizio che è tenuto all’adempimento dell’Iva e non il prestatore o cedente

.

Con la suddetta risoluzione l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che, proprio per la sua natura di certificazione, la verifica impianto di terra viene esclusa da questa possibilità in quanto non si configura come attività di manutenzione. Dal 1 gennaio 2015, infatti, si può applicare il meccanismo del Reverse Change esclusivamente alle prestazioni di servizi di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relative ad edifici.

 

Pertanto, i soggetti abilitati dal Ministero delle Attività Produttive chiamati ad accertare la conformità alle normative vigenti degli impianti elettrici realizzati da ditte di manutenzione/installazione sono tenuti ad adottare le modalità ordinarie di adempimento dell’Iva nella fatturazione.